Eco Torino

Storie

Tragedia dell'Heysel, in ricordo delle vittime (29 maggio 1985)

Tragedia dell'Heysel, Juventus Liverpool

Nel corso del 2021 la Regione Piemonte ha deciso di istituire:

la Giornata in memoria delle vittime dell'Heysel, ogni anno il 29 maggio, per tener vivo il ricordo di tante persone innocenti che persero la vita durante una manifestazione sportiva.

Questo per riflettere sullo sport, che dovrebbe essere l'antitesi della violenza e non motivo di.

"Nonno di Torino", l'albero più antico ha 300 anni

TesorieraIn un posto come Torino, in continua evoluzione e costruzione, la tutela dell'ambiente, la salvaguardia delle aree verdi esistenti, diventa una priorità assoluta, al di sopra di ogni progetto urbano. Per fortuna, pur avendo ottenuto in passato l'indelebile etichetta di "città industriale", risulta essere tra i centri abitati europei con più parchi.

Così, cercando di scoprire queste oasi vitali sparse per il capoluogo piemontese, giungiamo al cospetto di un luogo simbolo, poco conosciuto, un "monumento naturale" sopravvissuto a secoli di importanti eventi.

Torino, gli storici Quartieri Militari del Juvarra

Assedio di TorinoSapete dove sono i Quartieri Militari di Torino? Quelli storici?

Si trovano esattamente all'incrocio tra corso Valdocco e via Del Carmine, oggi in pieno centro città, ma all'epoca della loro realizzazione erano situati all'esterno delle mura difensive del capoluogo piemontese. 

Recandovi ora in quell'angolo di Torino troverete ancora due edifici simmetrici (all'epoca erano adibiti a caserma dei soldati sabaudi) del grande progetto di Filippo Juvarra (nato nel 1678 e morto nel 1736), risalente agli anni 1716-1728.

Si tratta di un periodo davvero difficile per la città. Il rischio di invasione è alto, così si cerca di progettare un nuovo perimetro di fortificazioni, che viene concluso nel 1702, giusto in tempo vien da dire... perché appena quattro anni dopo, nel 1706, si assiste all'assedio di Torino da parte dei francesi, con l'eroico gesto di Pietro Micca.

"Paganini non ripete", frase nata al Carignano di Torino

Niccolò PaganiniChi non conosce queste parole, ormai famose in tutto il mondo? Pochi, però, sanno quando e dove sono state pronunciate la prima volta, le origini.

E' il febbraio del 1818 e al Teatro Carignano di Torino Niccolò Paganini esegue uno dei suoi straordinari concerti. Tra il pubblico vi è anche Carlo Felice che, in seguito alla performance musicale del compositore, chiede la ripetizione di un brano.

Paganini, abituato ad improvvisare la sua musica e spesso -forse esagerando- lesionandosi i polpastrelli, decide di recare questo messaggio al futuro re di Savoia:

"Paganini non ripete".

Piazza San Carlo a Torino. Un po' di storia e informazioni

Piazza San Carlo - TorinoPiazza San Carlo, il salotto di Torino, è una delle più belle e importanti piazze della città.

Venne progettata nel 1637 da Carlo Cognengo di Castellamonte (Torino 1560 - Torino 1641; architetto, ingegnere e militare italiano), su richiesta della Madama Reale, Maria Cristina. 

168 metri di lunghezza e 76 di larghezza (12.768 mq), fu detta anche "Reale" e, successivamente, "Piazza d'Armi", in quanto ospitava i soldati di guardia ai confini cittadini di allora. Fu anche chiamata Place Napoléon, durante il periodo imperiale francese.

L'attuale denominazione, invece, risale al 1618, in onore di San Carlo Borromeo, l'arcivescovo di Milano al quale è legata la storia della Sacra Sindone. Infatti, nel 1578, Emanuele Filiberto spostò il Sacro Lino da Chambéry a Torino per abbreviare il pellegrinaggio del Borromeo, devoto al celebre lenzuolo.

Corso Francia, Torino. Origini e un po' di storia

TorinoQuando guardiamo una mappa di Torino ci accorgiamo subito di Corso Francia. Taglia praticamente la città in due, dal centro fino a Rivoli, e rappresenta una delle più importanti strade del capoluogo piemontese.

Da piazza Statuto possiamo scorgere il suo inizio. Il nome deriva dal fatto che era stato costruito proprio per raggiungere la zona ovest, da dove poi si poteva intraprendere il tragitto verso Susa e i valichi del Moncenisio e del Monginevro, ai confini con la Francia.

Sottocategorie

Sottocategorie