Eco Torino

 

Gli italiani più ricchi al mondo, primato in Piemonte

Riprendiamo un articolo del 2008 sulle persone più ricche del mondo per fare un confronto con la nuova classifica stilata da Forbes nel 2019.

Il primato italiano rimane in Piemonte, alla famiglia Ferrero; il più ricco è infatti Giovanni Ferrero con 22,4 miliardi di dollari, 39° in generale (undici anni fa era 68°).
Il 2° italiano, ma 50° a livello mondiale, è ancora Del Vecchio (Luxottica, 19,8 miliardi). Berlusconi, che era il 3° tra gli italiani, oggi è il quinto, ma 257° nel mondo.

A livello internazionale, come più ricco del mondo troviamo Jeff Bezos (131 miliardi di dollari) il fondatore di Amazon. Al secondo posto, come undici anni fa, Bill Gates ($ 96,5 miliardi) fondatore di Microsoft. Terza posizione per il "mago della finanza" Warren Buffett ($ 82,5 miliardi), che invece era primo nel 2008.

Seguono Bernard Arnault (Gruppo francese di lusso LVMH, 76 milairdi), Carlos Slim Helu (imprenditore messicano, 64 miliardi), Amancio Ortega (imprenditore spagnolo fondatore di Zara, 62,7 miliardi), Larry Ellison (CTO di Oracle, software, 62,5 miliardi), Mark Zuckerberg (fondatore di Facebook, 62,3 miliardi), Michael Bloomberg (politico e imprenditore statunitense, 55,5 miliardi), Larry Page (cofondatore di Google, 50,8 miliardi).

Facendo un confronto tra 2019 e 2008 saltano subito all'occhio le cifre, notevolmente aumentate. Il più ricco del mondo, infatti, oggi possiede il doppio di quanto possedeva il più ricco undici anni fa.

Per vedere la classifica generale segui il collegamento al sito internet ufficiale di Forbes: forbes.com/billionaires., dove troverai anche altre graduatorie, come ad esempio i giovani più ricchi del mondo.

Segue articolo passato.

Miliardari 2008 - Il "Signor Nutella" più ricco d'Italia
Primo posto per Warren Buffett (62 miliardi di dollari), proprietario della Berkshire Hathaway, che supera Bill Gates, fondatore di Microsoft. In Italia Ferrero (68° con 11 miliardi di dollari), Del Vecchio (Luxottica, 77°), Berlusconi (90° con 9,4 miliardi di dollari).