Eco Torino

 

Strage di piazza San Carlo a Torino. 1864, i torinesi contro Firenze capitale

Torino ricorda ogni anno un fatto poco noto ai cittadini e spesso non presente nei libri di storia.

Come molti sapranno la città piemontese è stata la prima capitale d'Italia a partire dall'unificazione nazionale, nel 1861. Tuttavia, questo riconoscimento doveva essere transitorio, in attesa di portare la sede a Roma.

Nel frattempo, però, è accaduto qualcosa. Nel 1864 fu deciso, a sorpresa, di spostare momentaneamente la capitale a Firenze.

I torinesi non furono d'accordo con questa scelta e organizzarono una manifestazione di protesta in piazza San Carlo, il 21 e il 22 settembre di quell'anno.

Non si sa bene come sia iniziato il tutto ma i fatti che seguirono questa iniziativa popolare furono davvero drammatici e l'epilogo fu una vera e propria strage di civili.

L'esercito del Re, mandato in piazza a sedare gli animi fu protagonista di un omicidio di massa.
Probabilmente erano soldati inesperti, non adatti al compito assegnato, perché ad un certo punto iniziarono a sparare ad altezza uomo, uccidendo così ben 52 cittadini, disarmati, che volevano solo esprimere in pubblico la propria opinione.

Torino piazza San Carlo (notturna) - Festa 150 anni Unità Italia
Piazza San Carlo nel 2011, durante i festeggiamenti per i 150 anni dell'Unità d'Italia

Un fatto gravissimo, all'alba di una società democratica, che voleva tutelare il diritto di parola e di opinione.

Ogni anno anno, come è da tradizione, la Città di Torino omaggia questi 52 torinesi con una cerimonia ufficiale e la deposizione di una corona di fiori, vicino alla lapide realizzata per ricordare un tragico avvenimento, contro i diritti dell'individuo.

22 / 09 / 2014