Tragedia dell'Heysel, la Juve ricorda le vittime (29 maggio 1985)

Tragedia dell'Heysel, Juventus LiverpoolIl sito internet ufficiale della società bianconera titola così, oggi, in prima pagina: "Heysel, noi non dimentichiamo".

Nel giorno dei 32 anni dai terribili fatti avvenuti in Belgio (29 maggio 1985), in occasione della finale di Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool, riproponiamo l'articolo degli anni passati.

In pochi momenti si passò dalla grande festa alla tragedia. Il tutto in diretta televisiva, davanti a milioni di tifosi e sportivi increduli per quello che stavano guardando.

C'è chi dice che sarebbe stato meglio non giocare. Chi invece afferma che, non giocando, la situazione sarebbe degenerata, ancora di più. Alla fine non rimane che un ricordo, un monito per il presente e per il futuro.

Le strutture pubbliche devono poter garantire sicurezza, le forze dell'ordine devono essere in grado di poter gestire appuntamenti a rischio e i tifosi devono rendersi conto che, alla fine, è un gioco e non si può morire per un pallone da calcio.

Questa sera la Mole Antonelliana sarà illuminata da un numero preceduto dal segno più: +39 (per ricordare le persone che quel giorno di sport e di festa hanno perso la vita).

Tragedia dell'Heysel, Juventus Liverpool

29 / 05 / 2014

Così come il Torino ha il suo giorno di commemorazione per le vittime cadute alla Basilica di Superga, la Juve ogni anno ricorda la triste vicenda legata alla tragedia dell'Heysel, lo stadio di Bruxelles, in Belgio, che ospitò la finale della Coppa dei Campioni nel lontano 1985.

Era il 29 maggio. Tutto accade prima del fischio d'inizio dell'incontro, da parte dell'arbitro, tra Juventus e Liverpool. La ressa sugli spalti provocò la caduta di un muro con conseguenze disastrose. Morirono 39 persone, 32 dei quali italiani e 600 furono i feriti.

Oggi, 29 maggio 2014, è il 29° anniversario del triste evento e la società bianconera, come da tradizione, rende omaggio alle vittime dell'Heysel.

Lo scorso anno, il Comune di Torino ha deciso di intitolare un sedime presso lo stadio della Juventus, alla memoria delle vittime dell'Heysel.

Il 29 maggio è stato istituito come Giornata in ricordo delle vittime dell’Heysel e di condanna verso ogni forma di violenza in ambito sportivo.